Abbiamo già parlato in passato del combattere la cellulite e ritenzione idrica, puntando a come affrontare e risolvere il problema con esercizi mirati. C’è anche un altro tipo di intervento che possiamo fare per prevenire o ostacolare l’avanzata di questo inestetismo: l’alimentazione. Chiariamo sin da ora che una corretta dieta non sarà in grado di far sparire la cellulite dall’oggi al domani. Piuttosto, se congiunta anche ad attività fisica adeguata, eviterà un ulteriore accumulo e ridurrà il grasso in eccesso, levando terreno anche alla cellulite.

Scopriamo quali sono i trucchi da seguire a tavola: l’estate e la prova costume sono vicinissimi!

Cosa determina la presenza di cellulite?

Partiamo dalle origini: quella che noi vediamo come quel mostro che ci bucherella la pelle nei nostri punti più sexy, cosa è?
È nulla di diverso da un sintomo: un campanellino d’allarme che ci dice che
abbiamo un accumulo di tessuto adiposo e di tossine, o ancora una cattiva circolazione. Talvolta, anche disfunzioni ormonali. Quindi, intanto la sua comparsa potrebbe essere uno strumento per portarci a indagare su cosa non va: forse stiamo sbagliando qualcosa nella nostra dieta, forse è il caso di chiedere un parere esterno.

Nella maggior parte dei casi, la cellulite compare anche in presenza di un regime alimentare che non prevede eccessi frequenti di calorie. Di cosa si tratta, allora? Non di dover continuare a ridurre queste ultime, ma sceglierne con cura l’origine: ovvero, gli alimenti. Ancora una volta, sotto la lente d’ingrandimento ci sono i grassi.

Abbiamo accennato anche alla circolazione. La cellulite, infatti, spesso ci segnala che qualcosa non va anche nel microcircolo. È per questo che attività fisica e spesso trattamenti (massaggi, oli) vanno inclusi nella lotta agli inestetismi: ovvero per la loro azione rivitalizzante del microcircolo stesso, che irrora e ripulisce i tessuti, e aiuta a eliminare e le tossine.

Combattere la cellulite a casa: cosa portare a tavola

Cosa ci serve mangiare quindi? Da un lato alimenti poveri di grassi e ricchi di acqua; dall’altro, tutti quei cibi che contengano nutrienti utili a far funzionare al meglio anche il sistema sanguigno (e ne guadagna in salute tutto l’organismo!). Punto di partenza? Evitare gli eccessi di sale!

A volte basta ascoltare i consigli delle mamme: ovvero, mangiare più frutta e verdura. In particolare, vegetali ricchi di acido ascorbico, utile a proteggere i vasi sanguigni, e di vitamina C. Rientrano in questa categoria ortaggi e verdure fresche come lattuga, radicchio, spinaci, pomodori, peperoni, cavolfiore, broccoli, agrumi in genere, ananas, kiwi, fragole.

Non solo: questi, così come i frutti rossi, il pompelmo rosa, le prugne, le patate e molto altro, sono ricchi di antiossidanti naturali. Benefici per la diuresi sono invece finocchi, carciofi, cicoria, cetrioli, zucchine, ananas, melone, anguria, pesche e fragole. Se il tuo obiettivo è urinare più spesso ed eliminare tossine, assumili frequentemente, anche in forma di frullati, concentrati o tisane.

Per regolare invece l’equilibrio ormonale, punta a alimenti ricchi di fitoestrogeni: sono ormoni di origine vegetale molto simili a quelli che le donne producono spontaneamente e che regolano moltissime attività dell’organismo (accumulo di grasso incluso). Li puoi trovare nei legumi,
specialmente nella soia.

Cosa bere e cosa non

Ottime notizie per le amanti di tisane e beveroni, nonché di caffè: anche quest’ultimo ha effetti positivi sulla cellulite e sul dimagrimento, se assunto non zuccherato. Quanto a tisane, non c’è che l’imbarazzo della scelta: punta a ingredienti che abbiano effetti protettivi sul microcircolo e stimolino la diuresi.

Mirtillo, finocchio, tè verde, mate, guaranà, arancio amaro, fucus e molto altro: se vuoi aggiungere una nota dolce, preferisci il miele allo zucchero. Punta sempre a limitare l’assunzione di zuccheri, specialmente se raffinati, sostituendoli con altri tipi di dolcificanti naturali come appunto il miele, o i datteri nei dolci.

Al di là di queste soluzioni, la prima cosa da fare è innanzitutto la più semplice: bere tanta acqua, fino ad aggirarsi al famoso paio di litri al giorno. Al contempo evitare di dissetarsi con bevande gassate, tè, succhi di frutta, alcolici: sono liquidi carichi spesso di zuccheri, che introducono calorie inutili nel vostro bilancio quotidiano.

Come combattere la cellulite efficacemente

La combo perfetta per prevenire o ridurre la cellulite passa, quindi, da alimentazione e attività fisica. Se stai cercando una professionista che possa seguirti sotto entrambi i punti di vista, abbiamo il nome che fa per te: è Daniela Bellavia, personal trainer e Dottoressa in Scienze Motorie e Dottoressa in Scienze della Nutrizione umana. Insieme potrete stilare il tuo piano alimentare e scegliere il tipo di esercizi mirati a risolvere il problema.