Che rapporto c’è tra donne e pesi? Molto più complesso di quello che sembri! 

La sala pesi ormai da tempo non è più soltanto il luogo d’elezione del testosterone: sempre più donne si dedicano a questo genere di allenamento. Calibrare carichi e ripetizioni porta a ottenere risultati diversi, che vanno dalla definizione e mantenimento di un certo tono muscolare all’aumento vero e proprio della massa magra, con conseguenze sul metabolismo e anche sul peso corporeo.

Per tali ragioni ci sono punti da chiarire e miti da sfatare. Vediamo insieme quali.

Donne e pesi: cosa sapere

Se, come trattato in un articolo precedente, allenarsi con poco carico risulta efficace per alcuni obiettivi (per esempio, mantenere irrorate alcune parti del corpo e, di conseguenza, toniche), è vero anche che questo porta pochi risultati in termini di dimagrimento.

È ovvio che un maggiore carico si traduce in aumento della massa muscolare. Se per gli uomini questo è di norma un obiettivo primario, per cui sono propensi ad aumenti progressivi, per la donna certe alterazioni della forma fisica potrebbero risultare eccessive (a meno che l’intento non sia quello di sfoggiare un fisico da bodybuilder!).

Inoltre, spesso si crea un “conflitto di interessi” tra l’obiettivo dimagrimento e l’aumento, invece, del volume dei muscoli e di conseguenza del peso corporeo finale.
Qual è allora il vantaggio per le donne di frequentare la sala pesi?

Vantaggi e miti da sfatare su donne e pesi

Tutto sta nell’equilibrio tra la massa grassa e la massa magra, e nello sfatare un mito. Si, è vero che inizialmente anziché diminuire il peso corporeo tende a salire, ma a ragione. Innanzitutto, se si sta aumentando la massa muscolare, e quindi la magra, si abbassa in proporzione la percentuale di grasso corporeo.

Con i pesi puoi lavorare su addome, glutei, gambe e braccia: definisci il tuo corpo senza diventare “grossa” o mascolina

Inoltre, una maggiore disposizione di massa magra si ripercuote positivamente sul dispendio di calorie quotidiano. Giusto per tradurre in cifre, un aumento di massa magra di un paio di chili porta a spendere in più l’equivalente in consumo calorico di una passeggiata di venti minuti.

Quanto al mito da sfatare, no, non diventerete dei Ken muscolosi nel giro di qualche mese se esagerate con i pesi. Anzi! I risultati arriveranno nel lungo termine. Nonostante a livello ormonale siano più predisposti a questo e a livello alimentare spesso si gestiscono in modo tale da raggiungere questo scopo, è già difficile per gli uomini mettere su massa. Le donne dovrebbero stare abbastanza tranquille e godersi i loro progressi, che saranno tutti a guadagnare specialmente se ben seguite nel loro percorso.

Dieta vs. Allenamento con i pesi

Perché non puoi ottenere gli stessi risultati con una dieta e, per esempio, un’ora di jogging? La dieta, intanto, spesso non va a diminuire soltanto la massa grassa, ma inficia anche la massa magra. Le attività aerobiche, invece, non stimolano abbastanza l’organismo nel mantenimento e nell’aumento della massa muscolare. Il risultato sarebbe si, quello di un corpo più magro, ma non tonico e tendente al “morbido”, per usare un eufemismo.

Al contrario, la giusta alimentazione combinata ad attività pesi lavora per sostituzione, sottraendo terreno al grasso e rimpiazzandolo col tono muscolare.

Allenati con una frequenza media di tre volte alla settimana e con costanza per vedere aumentare i tuoi progressi

Allenarsi con un personal trainer

Come trovare il giusto compromesso tra definizione muscolare e perdita di peso senza eccedere e ottenere risultati indesiderati? Semplice: affidandoti ad un personal trainer che sappia trovare il giusto equilibrio in relazione ai tuoi obiettivi e alla tua fisicità. Se sei di Catania e dintorni, puoi affidarti a Daniela Bellavia, Personal Trainer e Wellness Coach presso il Centro Clinico Eden in via Natale Attanasio 47, CT.