Esercizi dinamici o esercizi isometrici: questo è il dilemma! E se non vi siete mai posti questo problema, se il vostro intento è quello di rimettervi in forma o migliorare le vostre prestazioni… probabilmente è giunto il momento di capirne un po’ di più su questi sconosciuti, o mal conosciuti.
Se non siete già esperti di fitness, forse dovremmo cominciare dal prendere confidenza con questa terminologia un po’ più tecnica.

Esercizi isometrici: cos’è l’isometria

Forse vi suonerà familiare qualcosa come plank: parlando di isometria ci si riferisce proprio al movimento, o meglio non movimento, di esercizi come quest’ultimo. L’isometria è infatti una contrazione muscolare statica: assunta la posizione iniziale, la lunghezza del muscolo e l’angolo articolare devono rimanere tali per tutta la durata dell’esercizio.

Ripetuti regolarmente, ma soprattutto correttamente, questa categoria di esercizi apporta benefici a tutto l’organismo, coinvolgendo e migliorando la circolazione sanguigna, la postura e la struttura delle fibre muscolari. Vedrete pertanto i vostri muscoli diventare più tonici, oltre che più resistenti.
Sono anche utili a scopo medico, nell’ambito della riabilitazione, o per individuare e differenziare soffi cardiaci. Vi sconsiglio comunque il loro uso per diagnosi o terapie fai-da-te: sempre meglio consultare un esperto!

Quali differenze tra esercizi isometrici ed esercizi dinamici?

Gli esercizi dinamici sono la forma più “tradizionale” e conosciuta di allenamento a corpo libero. Sono tutti quegli esercizi in cui è implicato il movimento, muovendosi nello spazio: stiamo parlando di piegamenti, trazioni, sollevamento pesi e tanto altro ancora.

Tra i due tipi di allenamento ci sono delle contrapposizioni a livello esecutivo ma, di fatto, dovrebbero camminare a braccetto: sono infatti spesso gli uni funzionali agli altri, oltre che concorrere entrambi al benessere della persona, al potenziamento dei muscoli, al perfezionamento dei movimenti.

Esercizi isometrici: tipologie di plank e altre posizioni

Per l’allenamento isometrico hai davvero bisogno di ben poco: né attrezzi o pesi, né spazi necessariamente ampi. Ogni esercizio, poi, mira al potenziamento di specifiche angolature e fasci muscolari. Vediamo insieme alcuni esempi:

  • Plank:

Plank il terribile! Un esercizio che metterà a dura prova la vostra capacità di resistenza.
Stendetevi proni, appoggiando gomiti e avambracci a terra. Portate il bacino in alto e mantenete questa posizione, facendo perno sulla punta dei piedi e tenendo in linea ginocchia, bacino e spalle. I muscoli stimolati sono, in particolar modo, i glutei e la parete addominale.

esercizi isometrici: il plank

Una tipologia di plank

  • Side Plank

Sdraiatevi su un fianco e appoggiate il gomito a terra con il busto flesso e le spalle alzate. Scegliete de fare perno sulle ginocchia, tenendole unite, o sui piedi, creando una linea retta che percorra il vostro corpo dalle caviglie alla testa. Le fasce muscolari coinvolte sono le laterali del tronco, gli addominali obliqui e il trasverso.

  • La sedia

Appoggiate la schiena alla parete assumendo la posizione dello squat (gambe piegate ad angolo retto). Date a piedi e ginocchia la distanza corrispondente, all’incirca, delle vostre spalle.

la sedia, esercizi isometrici

Tra gli esercizi isometrici, la sedia: appoggia le spalle a muro e resisti!

Perché è importante avere un personal trainer per gli esercizi isometrici

Nonostante non ci siano grandi controindicazioni per chi svolga gli esercizi isometrici in autonomia, senza alcun dubbio l’aiuto di un professionista può rivelarsi fondamentale. E, trattandosi di benessere dell’individuo, è sempre meglio non improvvisarsi esperti del settore.
Un personal trainer può aiutarti nella scelta degli esercizi, sia dinamici che isometrici, e la giusta combinazione tra questi; può individuare il tuo punto di partenza e indicarti quali eseguire e con che tempi di recupero tra uno e l’altro; perfezionare la postura e trovare i tuoi punti deboli, trovando una soluzione per potenziarli.

Perché impiegare tempo rischiando di non ottenere comunque i risultati sperati? Rivolgiti a personale preparato, come Daniela Bellavia, personal trainer a Catania. La trovi presso il Centro Eden in Via Attanasio Natale, 47, Catania.