Mantenersi in forma è molto importante in un’epoca in cui la maggior parte del tempo viene trascorsa in ufficio. Le occasioni per fare attività fisica non sono moltissime, ma è fondamentale ritagliarsi dei momenti per occuparsi soltanto di sé stessi e della propria salute, facendo qualcosa che, oltre a darci soddisfazione, ci mantiene in linea e in salute.
Una di queste attività è sicuramente la corsa.

Cominciare a correre significa rimettere in moto l’intero organismo, compresa la mente, che trae benefici dalla maggiore affluenza di serotonina, il cosiddetto “ormone della felicità”, nel cervello. E cosa si può desiderare di più che stare bene nel corpo e nell’anima?

Come programmare la vostra attività

Iniziare subito a correre senza averlo mai fatto non è consigliabile, se non con un buon programma che vi accompagni gradualmente. Una seduta da un Personal Trainer, serio e qualificato, sarà utile per pianificare i vostri obiettivi e raggiungerli nel modo più corretto; il Trainer saprà raccogliere la vostra anamnesi, prendere le misure corporee e preparare i primi step per introdurvi in un mondo tutto nuovo, che vi piacerà e vi trasformerà.

Agli inizi sarete tenuti a seguire il vostro programma personale di corsa per principianti, per “imparare a correre” nel vero senso della parola, con una tabella di allenamento da rispettare in modo preciso.
Questa è una regola fondamentale e importantissima per qualsiasi futuro runner.

I benefici

Iniziare a fare jogging vi porterà molteplici benefici: oltre che perdere peso e rimettervi in perfetta forma, potrete acquisire una nuova postura, eliminare le tossine del corpo e provare un senso di completo benessere, oltre alla soddisfazione di raggiungere i vostri obiettivi con una nuova mentalità da sportivi.

Tonificherete la vostra muscolatura, riducendo la massa grassa e aumentando la massa muscolare e il metabolismo, ma, cosa più importante, favorirete la vostra attività respiratoria e cardiocircolatoria. Da ricordare che per alcune persone l’attività di running non è consigliata, soprattutto per coloro che soffrono di patologie al cuore o agli arti, o di ipertensione; è sempre sempre meglio fare un elettrocardiogramma di controllo e un’accurata visita medica, prima di iniziare a correre.

Come iniziare a correre

L’attività di running vi appassionerà presto, perché vi sentirete subito molto meglio, e avrete la possibilità di rispettare l’impegno che vi siete imposti in ogni luogo e in qualsiasi momento lo desideriate. Dovrete, comunque, evitare alcuni errori che molti fanno e che possono solo nuocervi.

 

  • Innanzitutto, non cominciate mai a correre se siete stati a riposo fino a un attimo prima, o se vi siete appena alzati da tavola.
  • Non si deve mai intraprendere uno sforzo a stomaco pieno o quando si è molto stanchi.
  • Non indossate vestiti troppo pesanti, ma traspiranti e leggeri: anche per l’inverno esistono capi termici che vi proteggeranno dal freddo.
  • Scegliete le scarpe più idonee per correre, onde evitare un appoggio errato del piede con conseguente possibilità di infortunio.
  • Non pretendete di diventare dei super runner da un momento all’altro, è necessaria una buona preparazione alla corsa e dev’essere fatta con cautela e attenzione.

La tecnica di allenamento

Iniziare ad allenarsi a correre esige qualche conoscenza tecnica, da mettere in pratica per ottenere i risultati giusti senza recarsi danni o lesioni.

Il running coinvolge tutti i muscoli del corpo, non solo gli arti inferiori: gli arti superiori si muovono in contemporanea, per favorire un movimento armonioso, e il tronco si sporge leggermente in avanti, con una postura eretta.

È importante, periodicamente, procedere con una corsa più rilassata, che non vi stanchi troppo e che non sforzi eccessivamente la muscolatura. I passi non dovranno essere troppo corti e affrettati, ma più lunghi. Il corpo umano si abitua a tutto, ma con i dovuti tempi.

L’allenamento running per i principianti deve basarsi sull’adattamento allo sforzo, passando da una camminata a passo sostenuto, fino ad arrivare ad una corsa piacevole e vantaggiosa.

tecnica di allenamento

I tempi di allenamento

I tempi per cominciare a correre sono importanti.

Si può cominciare con il percorrere, due o tre volte alla settimana, per un mese circa, una distanza non troppo lunga, camminando di buon passo.

Il secondo mese, sempre per due o tre volte alla settimana, si può allungare la distanza, alternando una camminata veloce a una corsa moderata.

I tempi dipendono da voi e dalla vostra resistenza, ma è consigliabile cominciare con 20 minuti per volta. Col tempo, e con l’abitudine a un certo tipo di sforzo, potrete correre più a lungo, e per più giorni alla settimana, arrivando infine a farvi la vostra corsa giornaliera senza alcun problema.

tempi di allenamento

Qualche consiglio in più

Che siate principianti o runner esperti, ricordate sempre di scaldare i muscoli prima di ogni corsa. Il riscaldamento fa preparare il corpo e la mente allo sforzo da affrontare, prevenendo incidenti di percorso.

Più lungo sarà il percorso che dovrete fare, maggiore dovrà essere il tempo dedicato al riscaldamento, che potete fare in più modi: è possibile camminare su punte e talloni, fare stretching per i muscoli maggiori o praticare allunghi e affondi. E se volete prepararvi da casa, potete munirvi di un tapis roulant o, in sua mancanza, eseguire gli esercizi sopracitati.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp